Albanesi e Trentini allo specchio 2018-06-13T09:32:44+00:00

Project Description

Albanesi e Trentini allo specchio

“..Va oltre. L’ Albania ha fatto una strada di pace, di convivenza e di collaborazione che va oltre..”

Conferenza stampa di Papa Francesco nel volo di ritorno da Tirana, 21 Settembre 2014.

In breve..

L’Associazione TEUTA, dopa la realizzazione del progetto “Vent’anni di immigrazione albanese in Trent ino ” , presenta alla comunita un nuovo contribute relative all’integrazione fra Albanesi e Trentini: la mostra fotografica sui primi albanesi arrivati nella  caserma “Giuseppe Degol” di Strigno, ii 15 marzo 1991.

l’Associazione TEUTA ringrazia la Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto per ii prezioso contributo che ci ha permesso di realizzare l’iniziativa.

I sostenitori del progetto:

Consiglio della Provincia Autonoma di Trento, Cinformi, Comune di Strigno, Osservatorio Balcani Caucaso, Fondazione Opera Campana dei Caduti.

Cosa abbiamo realizzato

La mostra si articola in un percorso che porta alla riscoperta di quei giorni:

  • NELLA CASERMA DEGOL DI STRIGNO: comprende le foto del “recint o” . Arrivarono 370 persone che secondo i racconti provenivano per la maggior parte da Tuturano, nelle Puglie, dove avevano trovato una prima sistemazione in attesa del nuovo trasferimento.
  • IL DIALOGO E IL SILENZIO: comprende le foto della comunicazione fra gli immigrati e gli attori della  rete che si occupo del servizio d’assistenza.
  • L’IDENTIFICAZIONE: sono le foto scattate durante i controlli della Polizia di Stato, per l’identificazione, in quanta molti non avevano con se alcun documento di riconoscimento.
  • VISITE MEDICHE: ii fotografo ha immortalato le visite mediche e le vaccinazioni, e in particolare la cura per i bambini.
  • SERVIZIO MENSA: il servizio della mensa è importante per stare insieme gustando ii cibo preparato con cura, per creare relazioni e per riflettere.
  • TRA FARE E RIPOSARE: è la fase del coinvolgimento degli immigrati nella faccende della vita quotidiana.
  • TEMPO LIBERO: ii gioco del calcio, delle carte e altri modi di divertimento per creare amicizia.
  • FRA SORRISI E TRISTEZZA: fra sorrisi e tristezza passavano i giorni in caser ma, e le immagini mostrano volti  felici  e  pensierosi,  ma anche tristi e dubbiosi.
  • INCONTRI CON LE AUTORITA’: sono i momenti d’incontro fra le autorita, i responsabili dell’assistenza e gli immigrati.
  • IL CAMBIAMENTO: Nelle ultime pagine presentiamo qualche esempio di  cambiamenti  del  contesto  ambientale  e  delle  persone, da marzo 1991 al gennaio 2015 .

Bilancio dell’esperienza

Albanesi -Trentini, una comunita ormai parte del territorio con una forte cultura di radicamento. Per primi partono gli uomini e poi si fanno raggiungere dalla  famiglia  per  crescere  i  figli  in  una  terra straniera.

Loro si sono fidati!

Perchè bisogna avere molta fiducia nel paese ospitale per mettere radici, molta flessibilità per adattarsi e molto coraggio per instradare una pacifica convivenza.

Considerando l’integrazione degli albanesi in Trentino sembra che queste qualità siano dimostrate bilateralmente.

Vuoi saperne di più?

HAI UN’IDEA CHE VORRESTI SVILUPPARE CON NOI?

Contattaci